Via Ugo Foscolo, 15/4 - 16121 Genova
PEC: teo.delfini@pec.it
info@delfinilex.it
teodelfini@libero.it delfini@delfinilex.it        

Categoria: Diritti reali e possesso

Il contratto definitivo assorbe il preliminare anche in riferimento alla clausola penale non ribadita

Con questa pronuncia di ieri (cassazione-civile-II-23307-2020) la Suprema Corte ribadisce il proprio prevalente orientamento. Il contratto definitivo assorbe e supera quello preliminare anche in relazione alla clausola penale (da ritardo nella consegna del bene) contenuta in questo e non replicata nell’atto traslativo. Nella sentenza si riepilogano anche i precedenti conformi. Resta soltanto un dubbio: in…
Leggi tutto

Trasferimento di immobile: anche la sentenza in esecuzione specifica dell’obbligo a contrarre deve contenere le dichiarazioni su regolarità edilizia e conformità catastale?

Per gli atti tra vivi che trasferiscono diritti immobiliari è obbligatorio che contengano il riferimento al titolo edilizio (cfr. precedente articolo del 9/6/20: https://www.delfinilex.it/sulla-natura-della-nullita-della-compravendita-di-immobile-abusivo/) ed anche la dichiarazione di conformità del bene alle risultanze catastali (c.d. coerenza catastale). Questo vale anche per la sentenza che tiene luogo del contratto definitivo non concluso? La risposta di…
Leggi tutto

Imposta di successione: tra dubbi di costituzionalità e ipotesi di riforma fiscale

Con la sentenza n. 120 del 2020 (corte-costituzionale-sentenza-120-2020), la Consulta esprime profondi dubbi sulla legittimità costituzionale del vigente sistema impositivo delle successioni e donazioni. La questione, sollevata dalla Commissione Tributaria Regionale dell’Emilia Romagna e che peraltro viene respinta, riguardava l’esclusione del coniuge dal regime agevolato di cui all’art. 3 comma IV-ter del D.Lgs 346/90 (che…
Leggi tutto

Anche la P.A. è soggetta all’obbligo di correttezza precontrattuale ed alla responsabilità da “contatto sociale”. E in caso di violazione, l’azione risarcitoria è soggetta alla giurisdizione del Giudice Ordinario.

Importante arresto delle Sezioni Unite della Cassazione, quello costituito dall’ordinanza del 28/4/20 (cassazione-civile-ssuu-ord-8236-2020), che torna ad occuparsi dei confini tra giurisdizione amministrativa e ordinaria. Torna ad erodersi il terreno della prima, già consolidato dalle norme del Codice del Processo Amministrativo (Codice-Processo-Amministrativo). La pronuncia si segnala non soltanto per l’esaustivo riepilogo dei precedenti ondivaghi orientamenti in…
Leggi tutto

Mediazione. Attenzione agli aspetti fiscali: l’agevolazione non si estende ai contratti esecutivi dell’accordo ma separati.

Come noto, per favorire l’effetto deflattivo del contenzioso, il Legislatore ha munito lo strumento della mediazione di alcuni benefici fiscali. In particolare, l’art. 17 D.Lgs. 28/10, prevede (al comma 2) l’esenzione da qualunque tassa o imposta per atti, documenti e provvedimenti relativi al procedimento mediatorio. Il verbale di accordo è invece esente da imposta di…
Leggi tutto

In tema di arricchimento senza causa: no alla restituzione di un pagamento non dovuto ma accordato in transazione.

Con questa ordinanza di ieri (cassazione-civile-VI-ord-12405-2020), peraltro interessante anche sotto l’aspetto procedurale ove rammenta i criteri di ammissibilità del ricorso per cassazione avverso la c.d. “doppia conforme”, la Suprema Corte nega il difetto – atto a comportare obbligo di rifusione – della causa giustificatrice dell’arricchimento, in riferimento al pagamento di una somma che la legge…
Leggi tutto

Intervento in giudizio: da gennaio 2020 possibile anche davanti alla Corte Costituzionale. Prima applicazione.

Con ordinanza del 10 giugno scorso (corte-costituzionale-ord-111-2020), la Consulta per la prima volta fa applicazione delle nuove disposizioni introdotte, con delibera non giurisdizionale n. 1 del gennaio 2020 (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica n. 17, serie generale, del 22 gennaio 2020), nelle Norme integrative per i giudizi davanti alla Corte Costituzionale. Si è così…
Leggi tutto

Mediazione obbligatoria. L’amministratore del condominio deve munirsi di apposita autorizzazione assembleare. Ma perché non ingiungere?

Con ordinanza di questo mese (cassazione-civile-10846-2020), la Cassazione rammenta che l’amministratore di condominio che intenda agire per il recupero dei contributi da condomini morosi, deve prima attivare il procedimento di mediazione obbligatoria (rientrando la materia condominiale tra quelle espressamente annoverate nell’art. 5 del D.Lgs. 28/2010, pure come novellato nel 2013). E, per partecipare alla mediazione,…
Leggi tutto