Via Ugo Foscolo, 15/4 - 16121 Genova
PEC: teo.delfini@pec.it
info@delfinilex.it
teodelfini@libero.it delfini@delfinilex.it        

Categoria: Diritto Commerciale e Contrattuale

Come si determina (e si dimostra) il diritto all’indennizzo ex art. 1671 c.c. per anticipato recesso dall’appalto.

Grava rigorosamente sull’imprenditore la prova del mancato guadagno derivante dal recesso dell’appalto operato dal committente: costituito dalla differenza tra il prezzo pattuito e le spese sostenute e che sarebbe stato necessario sostenere per la realizzazione dell’opera. Solo una volta fornita tale prova, grava invece sul committente la dimostrazione dell’aliunde percetum (ovvero del fatto che l’appaltatore…
Leggi tutto

Trasferimento di immobile: anche la sentenza in esecuzione specifica dell’obbligo a contrarre deve contenere le dichiarazioni su regolarità edilizia e conformità catastale?

Per gli atti tra vivi che trasferiscono diritti immobiliari è obbligatorio che contengano il riferimento al titolo edilizio (cfr. precedente articolo del 9/6/20: https://www.delfinilex.it/sulla-natura-della-nullita-della-compravendita-di-immobile-abusivo/) ed anche la dichiarazione di conformità del bene alle risultanze catastali (c.d. coerenza catastale). Questo vale anche per la sentenza che tiene luogo del contratto definitivo non concluso? La risposta di…
Leggi tutto

Imposta di successione: tra dubbi di costituzionalità e ipotesi di riforma fiscale

Con la sentenza n. 120 del 2020 (corte-costituzionale-sentenza-120-2020), la Consulta esprime profondi dubbi sulla legittimità costituzionale del vigente sistema impositivo delle successioni e donazioni. La questione, sollevata dalla Commissione Tributaria Regionale dell’Emilia Romagna e che peraltro viene respinta, riguardava l’esclusione del coniuge dal regime agevolato di cui all’art. 3 comma IV-ter del D.Lgs 346/90 (che…
Leggi tutto

Interessi e fallimento: sospesi solo ai fini del concorso; al di fuori della procedura il debitore resta obbligato anche a corrispondere i frutti

La sentenza in commento (cassazione-civile-I-sent-14527-2020) ribadisce quale interpretazione si debba dare all’art. 55 L. Fall.: ai fini endofallimentari gli interessi sono sospesi; ma ciò non implica che, al di fuori della procedura, il debitore tornato in bonis (o il fideiussore) resti obbligato a corrispondere quelli maturati anche in pendenza del concorso.

L’attività di consulenza aziendale non è riservata (ai professionisti). E se il consiglio è sbagliato, il danno va risarcito.

La Suprema Corte con questa pronuncia (cassazione-civile-III-sent-14247-2020) cassa la sentenza della Corte di Appello di Genova che aveva ravvisato (diversamente dal Tribunale di Savona)  la nullità del rapporto tra un’impresa e una società di consulenza, rapporto in base al quale la prima, su consiglio della seconda, aveva concluso due contratti di lavoro a progetto poi…
Leggi tutto

“Truffa dei diamanti”: il Tribunale di Lucca condanna la banca al risarcimento dei danni subiti dall’investitore.

La vicenda, balzata agli onori della cronaca, è quella che ha coinvolto anche molti v.i.p.: attraverso il sistema bancario, una società leader del settore della commercializzazione di pietre preziose proponeva sul mercato, come forma di investimento, l’acquisto di diamanti. Non soltanto le gemme venivano (così sostiene la stampa) sopravvalutate e conseguentemente piazzate per corrispettivi incongrui…
Leggi tutto

Distrazione delle spese in favore dell’avvocato: nel giudizio di cassazione basta chiederla nell’atto introduttivo (e la mancata concessione è errore materiale)

Con l’ordinanza in commento (cassazione-civile-VI-ord-14098-2020) la Corte corregge proprio precedente provvedimento con cui aveva omesso di distrarre le spese legali in favore del legale antistatario. La richiesta era stata formulata nel controricorso e non replicata nella memoria illustrativa; ma l’omissione in questa, che non è deputata alla precisazione delle conclusioni, non può comportare rinunzia ad…
Leggi tutto

Anche la P.A. è soggetta all’obbligo di correttezza precontrattuale ed alla responsabilità da “contatto sociale”. E in caso di violazione, l’azione risarcitoria è soggetta alla giurisdizione del Giudice Ordinario.

Importante arresto delle Sezioni Unite della Cassazione, quello costituito dall’ordinanza del 28/4/20 (cassazione-civile-ssuu-ord-8236-2020), che torna ad occuparsi dei confini tra giurisdizione amministrativa e ordinaria. Torna ad erodersi il terreno della prima, già consolidato dalle norme del Codice del Processo Amministrativo (Codice-Processo-Amministrativo). La pronuncia si segnala non soltanto per l’esaustivo riepilogo dei precedenti ondivaghi orientamenti in…
Leggi tutto

Mediazione. Attenzione agli aspetti fiscali: l’agevolazione non si estende ai contratti esecutivi dell’accordo ma separati.

Come noto, per favorire l’effetto deflattivo del contenzioso, il Legislatore ha munito lo strumento della mediazione di alcuni benefici fiscali. In particolare, l’art. 17 D.Lgs. 28/10, prevede (al comma 2) l’esenzione da qualunque tassa o imposta per atti, documenti e provvedimenti relativi al procedimento mediatorio. Il verbale di accordo è invece esente da imposta di…
Leggi tutto

Ingiunzione e imposta di registro: se riferita a prestazioni soggette ad I.V.A. va liquidata in misura fissa anche se il decreto si fonda su altro rapporto contrattuale

Se la somma ingiunta non è corrispettivo fatturabile previsto dal rapporto dedotto nel procedimento monitorio ma di altro negozio in forza del quale quella prestazione è soggetta ad I.V.A., l’imposta di registro del decreto va liquidata comunque in misura fissa e non proporzionale (3%) all’obbligazione. Così ha stabilito con ordinanza pubblicata ieri (cassazione-civile-V-ord-13528-2020) la Quinta…
Leggi tutto